TAC MULTISTRATO BASSA DOSE

medical-group-diagnostica-per-immagini
Menu

TAC MULTISTRATO BASSA DOSE

Che cos’è

La TC (tomografia computerizzata, anche nota come TAC, tomografia assiale computerizzata) è una metodica diagnostica di secondo livello in grado di creare immagini assiali (a “fetta di salame”) del corpo umano senza e con l’utilizzo di mezzo di contrasto. L’alta risoluzione spaziale e la possibilità di studiare in simultanea grandi zone del corpo umano la rende una metodica imprescindibile per la diagnosi di tutte le patologie: neurologico, polmonare, addominale, urologico, osseo, articolare, vascolare, endoluminale (colonscopia virtuale), oncologico, dentale (dentascan). L’unico problema era l’alta dose di radiazioni data al paziente. Il nostro sistema GE ASIR garantisce dosi di radiazioni inferiori dal 40% all’80% rispetto agli altri sistemi, la TC torace per ricerca di noduli (screening) eroga una dose di radiazioni praticamente uguale a quella della RADIOGRAFIA del torace! (0.1mSv rx, 0.2mSv TC ASIR -fonte RNSA 2010)

Tipologie di esami TAC:

· Encefalo senza e con mezzo di contrasto
· Collo senza e con mezzo di contrasto
· Torace senza e con mezzo di contrasto
· Addome senza e con mezzo di contrasto
· Osteoarticolare senza e con mezzo di contrasto
· artroTC
· angioTC (CoW-vasi epiaortici-aorta-arti inferiori)
· multifasica fegato
· HRCT
· Dentascan
· Colonscopia Virtuale
· Ricerca nodulo polmonare ultra low dose
· Kidney stone (ricerca calcoli vie urinarie)
· uroTC
· ricostruzioni multiplanari
· ricostruzioni 3D

In cosa consiste?

L’esame inizia con il posizionamento del paziente, da parte del tecnico di radiologia, sul lettino dell’apparecchio TC, generalmente in posizione supina.
Quasi sempre gli esami TC, in particolare se effettuati a scopo diagnostico, richiedono l’impiego di mezzo di contrasto, ovvero un farmaco a base di Iodio iniettato per via endovenosa; in molti casi, infatti, l’accuratezza dei risultati migliora iniettando in circolo questo liquido radio-opaco, che permette di evidenziare le strutture in esame, ottenendo immagini più nitide attraverso un maggior contrasto tra tessuti di diversa natura (muscoli, ossa, liquidi e le singole componenti di ciascun organo) e permettendo di caratterizzare eventuali anomalie riscontrate nel corso dell’indagine.

La durata dell’esame dipende dall’ampiezza del volume corporeo da esaminare e dalla patologia da caratterizzare.
Il tempo necessario a studiare un distretto corporeo quale il torace (circa 50 cm) e’ di circa 10 secondi con apparecchiature di ultima generazione. La durata complessiva dell’esame considerando il tempo necessario alla preparazione e’ di circa 15-20 minuti. Al termine dell’esame TC il paziente può tornare alle normali attività quotidiane senza alcuna restrizione o precauzione. Quali sono i benefici e i rischi?

Benefici

• L’esame TC e’ indolore, non-invasivo e accurato.
• E’ possibile visualizzare con lo stesso esame allo stesso momento diverse strutture quali ossa, polmoni, tessuti molli e vasi.
• E’ la metodica radiologica con il miglior rapporto costo/beneficio.
• E’ veloce e semplice da eseguire ed in caso di emergenze può identificare lesioni o sanguinamenti abbastanza velocemente da poter intervenire.
• E’ meno costoso della RM ed e’ meno sensibile ai movimenti del paziente.
• Al contrario della RM può essere effettuato anche in pazienti con pacemaker o altri dispositivi medici.
• E’ fondamentale nel guidare il radiologo durante procedure interventistiche quali biopsie o drenaggi.
• In casi selezionati può determinare la diagnosi con un’accuratezza tale da sostituire la chirurgia esplorativa o le biopsie escissionali.
• Le radiazioni non vengono trattenute all’interno del corpo del paziente al termine dell’esame.

Rischi

• Vi e’ sempre un rischio cancerogeno correlato all’utilizzo dei Raggi X, tuttavia il beneficio di una diagnosi accurata è maggiore del rischio biologico.
• La dose radiante e’ di circa 10 mSv ovvero la stessa che una persona riceve dalle radiazioni diffuse (ovvero dall’esposizione naturale) in tre anni.
• Le donne devono informare il radiologo se vi e’ possibilità che possano essere incinta.
• Tranne casi di estrema urgenza l’esame TC non e’ raccomandato nel primo trimestre di gravidanza.
• Il rischio di una reazione allergica al contrasto e’ basso e comunque e’ sempre presente un medico anestesista nella struttura.
• I bambini devono essere sottoposti a un esame TC solo se estremamente necessario.

Tac Tc Venturina Piombino San Vincenzo Livorno- Medical Group