← TORNA INDIETRO

Coronavirus

 

Venturina Terme, 9 Marzo 2020

Il momento che stiamo vivendo nel paese è difficile per tutti noi e rispettare con civiltà le regole è un dovere, ma è anche vero che ogni volta che abbiamo insieme perseguito un obbiettivo, abbiamo raggiunto grandi risultati.

Tutti insieme dobbiamo rispettare le precauzioni, le regole, le indicazioni che gli scienziati e la sanità hanno imbastito con il Governo. Nonostante noi tutti abbiamo voglia di normalità, di quotidianità, dobbiamo renderci conto che urgono alcune piccole rinunce per ridurre i contagi, è il solo viatico per consentire agli ospedali e al personale sanitario di poter curare chi ha bisogno. Questa emergenza finirà e ripartiremo più forti di prima, tutti insieme non lasciando solo nessuno, nessuna persona, nessuna categoria. Adesso aiutiamoci e proteggiamoci a vicenda, insieme si può!

In attesa di disposizioni specifiche da parte delle Istituzioni preposte che includono anche le strutture sanitarie private e istituzionalmente accreditate, la Direzione del Medical Group ha messo in campo, da parecchi giorni, tutte le procedure necessarie e opportune al fine di salvaguardare la particolare e delicata utenza che si rivolge ai propri servizi, familiari e tutti gli operatori che quotidianamente prestano servizio presso l’Istituto.

Sono state attivate da tempo tutte le procedure disposte dal Governo e dalla Regione essendo il Medical Group struttura sanitaria accreditata dal SSR e gestita con controllo GRC.

L’allerta è massima. Si sta cercando di fare tutto il possibile per andare incontro ai timori di molti assistiti che, nonostante tutte le accortezze e precauzioni adottate e succitate, spesso manifestano stati d’animo fortemente allertati.

In questi giorni, proprio per questo, il Medical Group ha ulteriormente alzato il livello di guardia attuando provvedimenti con lo scopo di minimizzare il rischio di contagio e diffusione del virus.

In estrema sintesi quindi, oltre ai provvedimenti già da tempo presi per la sanificazione delle mani, la protezione delle vie aeree con mascherine monouso e l’osservanza della distanza interpersonale:

• si è attivato un percorso di pre-accettazione che permetterà di eseguire uno screening atto ad individuare eventuali soggetti a rischio per sintomatologia o provenienza da zone a rischio (compilazione di un formulario adottato nelle ASL, misurazione della temperatura febbrile a distanza con apparecchi laser del tipo di quelli adottati negli aeroporti, stazioni ferroviarie, zone di pre-triage ospedaliere);

• si farà in modo di limitare la sosta nella zona di accettazione/attesa di non più di 6 persone;

• gli utenti seguiranno un percorso segnalato che dovrebbe avere come scopo di evitare il più possibile gli assembramenti.

Ci scusiamo con tutti quegli utenti che hanno scelto la nostra struttura per gli inevitabili disagi che arrechiamo e che potranno incidere sulla puntualità degli appuntamenti.

Stiamo facendo tutto questo nel primario interesse della popolazione che siamo certi stimolerà il senso civico che è dentro ognuno di noi.

 

Direttore Sanitario
Dott. Paolo Tamberi