COLONSCOPIA VIRTUALE

medical-group-diagnostica-per-immagini
Menu

COLONSCOPIA VIRTUALE

La colonscopia virtuale è una applicazione della TC (tomografia computerizzata) sviluppata per lo studio dell’intestino crasso. L’indagine, basata sulla ricostruzione tridimensionale di acquisizione volumetrica dell’addome, crea una visione endoscopica dell’organo grazie alla quale l’operatore percorre in maniera virtuale tutta la cavità del viscere cavo per rilevare eventuali lesioni parietali dell’intestino.
Rispetto alla colon scopia tradizionale e al clisma opaco la colonscopia virtuale presenta una serie di vantaggi che la contraddistinguono:
– Buona sensibilità nell’individuazione delle lesioni
– Rapidità di esecuzione
– Assenza di sedazione anestesiologica
– Assenza di dispositivi endocavitari fastidiosi (colonscopio)
– Assenza di mezzo di contrasto endovenoso
La colonscopia virtuale risulta essere vantaggiosa nei casi in cui la colonscopia tradizionale risulti incompleta (cioè non si riesca a studiare tutto l’intestino). Si impiega nei casi in cui la colonscopia tradizionale risulti essere rischiosa per il paziente portatore di diverticolosi o diverticolite con periviscerite (rischio elevato di perforazione intestinale). Inoltre nei casi di neoformazioni stenosanti subocclusive non superabili con il coloscopio tradizionale la TC colon virtuale può valutare i tratti a monte della lesione , inoltre fornisce una precisa localizzazione topografica e valutazione extracolica della lesione, estremamente utile nella stadiazione pre-operatoria. Nei pazienti anziani , con patologie cardiache o polmonari importanti la colonscopia tradizionale può essere rischiosa perché determinano un aumento di complicanze cui lòa colonscopia virtuale non è soggetta.
La sensibilità della colon TC virtuale rispetto alla colonscopia tradizionale è per le lesioni di 1cm identica (90%) mentre risulta essere lievemente inferiore per lesioni inferiori al cm e per lesioni piatte.

Come Viene Effettuata

L’esame richiede una preparazione per la pulizia dell’intestino equivalente a quella utilizzata per la colonscopia tradizionale e clisma opaco. Due ore prima dell’esame il paziente berrà una soluzione di acqua e contrasto per marcare le eventuali feci residue nell’intestino in modo da poterle rimuovere elettronicamente nella fase di analisi computerizzata. Saranno eseguite previa insufflazione di aria nel colon (in mancanza di controindicazioni verrà somministrato un ipotonizzante ev per ridurre l’eventuale fastidio dovuto all’insufflazione), due scansioni volumetriche a bassa dose in posizione supina e prona. Il tempo per il paziente risulta essere molto ridotto, in genere dai 10 ai 20 minuti. La fase successiva che consiste nella ricostruzione tridimensionale ed analisi per refertazione è invece più lunga e può arrivare anche ad un ora.

Colonscopia Virtuale a Venturina Livorno Toscana - Medical group